L’Arena di Verona: storia ed origini

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

L’Arena di Verona è il terzo anfiteatro romano per grandezza nel nostro paese, uno dei simboli della città veneta, assieme all’ancor più noto balcone di Giulietta. La sua storia è assai antica e risale al primo secolo d.C. Da documenti e testimonianze si ritiene che l’edificazione avvenne nei primi decenni del I secolo, sotto Augusto. Ma non si hanno testimonianze più precise della data della sua costruzione.

Oggi, questo imponente anfiteatro è situato in pieno centro città (piazza Bra); al tempo della sua edificazione, invece, si trovava confini della stessa, al di fuori dalla cinta muraria.

L’Arena fu utilizzata, al pari del Colosseo, per offrire ai cittadini veronesi svariate tipologie di ludi e di spettacoli, tra i quali anche lo scontro tra gladiatori.

Restaurata da Teodorico, re dei Goti, la sua cavea fu adoperata come cava di pietre di marmo per la costruzione di edifici e case attigue, tutt’ora visibili.

Dal 1600 sede di giostre e spettacoli come la caccia dei tori, l’Arena di Verona fin dall’1800 ospitò una serie di opere liriche, prima fra tutte La Santa Alleanza, con le musiche di Gioacchino Rossini. Pur tuttavia la prima stagione lirica fu nel 1913. Da quell’anno l’anfiteatro veronese divenne il più grande teatro lirico all’aperto al mondo.

Se anche voi volete assistere a una delle numerose opere che ogni estate vengono messe in scena in questo magnifico palcoscenico all’aperto, simbolo della storia della città veneta, affidatevi ai voli Meridiana per Verona e che lo spettacolo inizi.

 

Fonte immagine: flickr.com/photos/kevinpoh

Categoria: Idee per viaggiare | Tag: , | 15 02 2013