Autunno in Barbagia 2017: alla scoperta di Ortueri

ortueri autunno in barbagia

Abbiamo già esplorato tre delle nuove tappe di Autunno in Barbagia: Ottana, Oniferi e Orotelli. L’ultima novità tra i 32 paesi del cuore della Sardegna che partecipano all’evento è quella di Ortueri, che aprirà le porte ai visitatori i prossimi 8, 9 e 10 dicembre. Andiamo a conoscere meglio la storia e le tradizioni di questo paese.

Dove si trova e come raggiungere Ortueri

Il comune di Ortueri si trova in provincia di Nuoro, nella Barbagia delle colline del Mandrolisai, poco distante dagli altri pittoreschi centri di Austis, Neoneli, Samugheo, Sorgono e Ulà Tirso. Per raggiungerlo da Oristano (distante poco più di 50 chilometri) vi basterà percorrere la Strada Statale 388, mentre da Nuoro (distante 80 chilometri) occorre percorrere la SS131 fino alla deviazione per la SS388 in direzione Atzara-Ortueri.

Storia, monumenti e tradizioni: cosa vedere ad Ortueri

Il centro abitato di Ortueri, caratterizzato da strade strette con scorci affascinanti, ha origini medievali, ma il territorio ha restituito diverse testimonianze di presenze più antiche, di epoca romana. In epoca medievale, il comune di Ortueri entrò a far parte del Giudicato di Arborea, mentre in epoca sabauda divenne feudo dei Valentino prima di diventare comune.

Oltre al pittoresco centro storico, Ortueri vanta diversi monumenti e attrazioni naturali da vedere. A cominciare dalla chiesa di San Nicola, risalente al XVIII secolo, con il magnifico campanile che con i suoi 38 metri di altezza è uno dei più alti in Sardegna, secondo solo a quello di Mores (47 metri).

La chiesa di Ortueri è anche il centro della Festa di San Nicola, patrono della città, che tra balli e cori tradizionali sardi e la sfilata di carri trainata da buoi si festeggia ogni anno  la terza domenica di maggio. Molto sentita è anche la Festa di Sant’Antonio Abate, che si celebra il 17 gennaio con i falò Is Tuveras.

Da non perdere ad Ortueri è anche il parco degli asinelli Mui Muscas, un ambiente naturale protetto per le specie endemiche dell’isola, in pericolo di estinzione.

I “Sonaggiaos e s’Urzu”: le maschere del Carnevale di Ortueri

Molto sentito ad Ortueri è anche il Carnevale, celebrato con le maschere tradizionali dei Sonaggiaos (che prendono il nome dai campanacci che portano al collo) e dei S’Urtzu (che indossano pelli scure simili a quelle degli orsi).

Ortueri ad “Autunno in Barbagia 2017”

Ora che conoscete meglio il paese, la storia e le tradizioni di Ortueri, non vi resta prenotare uno dei voli in offerta per la Sardegna per visitarlo in occasione delle “Cortes Apertas” di Autunno in Barbagia 2017 i prossimi 8, 9 e 10 dicembre.

Fonte immagine: Di Lupani di Wikipedia in italiano – Trasferito da it.wikipedia su Commons da Croberto68., Pubblico dominio, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=10974274

Categoria: Idee per viaggiare | Tag: , , | 31 10 2017