Latte a bordo: le regole per portarlo in aereo

Per il trasporto dei liquidi in aereo, ci sono tutta una serie di limitazioni da seguire, come la quantità massima consentita e il fatto che ogni contenitore deve a sua volta essere contenuto in un sacchetto di plastica trasparente. Invece per portare il latte in aereo le regole sono diverse, in quanto rientra tra gli alimenti per i neonati (seguite il prossimo link per la nostra guida In volo con i neonati).

Innanzitutto non esiste un limite prestabilito alla quantità di latte che si può portare in aereo: quindi a bordo se ne possono avere anche quantità superiori a quelle stabilite per gli altri liquidi. È consigliato, però, limitarsi alla quantità strettamente necessaria per il viaggio.

Inoltre il contenitore specifico per il latte non deve essere riposto all’interno del sacchetto di plastica trasparente. Può quindi essere trasportato liberamente nel proprio bagaglio a mano.

Per agevolare i controlli di sicurezza, sarà bene tenere il latte e gli altri eventuali alimenti per i bambini a portata di mano durante i controlli ai varchi, affinché gli addetti alle ispezioni possano verificare il tipo di contenuto del biberon o, più in generale, del contenitore impiegato.

Le buone prassi per portare tranquillamente con voi il latte destinato ai pasti dei lattanti durante il viaggio aereo sono, dunque, poche e semplici.

Seguite il link se volete sapere quali sono i documenti necessari per viaggiare in aereo con minorenni. Per avere sempre a portata di mano una guida completa sul viaggio aereo con i bambini, scaricate il Pdf Bambini tra le nuvole.

Meridiana augura buon volo a voi e ai vostri piccoli e vi invita a guardare il seguente video che viene trasmesso a bordo degli aerei e che ha protagonisti proprio loro: i bambini.

Fonte immagine: flickr.com/photos/28802358@N05

Categoria: Info Viaggio | Tag: , | 24 04 2013