Mal di orecchie in aereo, come evitare il fastidio

320_g

Otite barotraumatica: così medici chiamano il tipico mal di orecchie di cui alcuni soffrono in aereo, durante il volo. Nonostante il nome possa incutere qualche timore, non c’è da aver paura. Il fastidioso dolore o il semplice ma seccante otturamento temporaneo delle orecchie, può essere evitato grazie ad alcuni semplici accorgimenti che valgono sia per gli adulti che per i bambini.

Prima di scoprire come evitare il mal di orecchie da viaggio in aereo, iniziamo a comprendere da cosa deriva questo dolore che non ci permette di godere del viaggio sopra le nuvole. L’otite barotraumatica è causata dallo scompenso della pressione presente nell’orecchio medio e quella nell’ambiente circostante (nel nostro caso, la cabina dell’aereo che sta rapidamente salendo in quota). In presenza di una forte congestione dei canali interni dell’orecchio dovuta a raffreddori od otiti, le tube di Eustachio, responsabili dell’adeguamento di pressione tra l’ambiente esterno e l’orecchio medio, non riescono ad aprirsi completamente. Nel caso di mancato compensamento, può verificarsi un’infiammazione dell’orecchio medio. Qui si passa dalla semplice otturazione temporanea che impedisce di sentire chiaramente, al vero e proprio dolore alle orecchie.

 

Prima del volo

Qualora si fosse in presenza di un’eccezionale congestione dell’orecchio (pienezza auricolare) già prima del volo, si può usufruire di un decongestionante spray o gocce da acquistare in farmacia (ve ne sono a composizione naturale). Se si è già in presenza di un’otite dolorosa dell’orecchio medio, invece, si consiglia di consultare un medico.

 

In volo

La prima operazione da compiere, appena avvertiamo l’otturazione dei canali uditivi è quella di simulare uno sbadiglio o masticare una gomma o una caramella. In questo modo, forzeremo l’apertura delle tube di Eustachio. Se abbiamo ancora problemi, una soluzione potrebbe essere la cosiddetta manovra di Valsalva: spingere l’aria fuori dal naso, mantenendo contemporaneamente entrambe le narici chiuse con le dita. Una manovra che gli amanti delle immersioni conoscono molto bene. Da evitare, durante la manovra di Valsalva, la deglutizione che aumenterebbe il differenziale di pressione.

 

Bambini

Per sapere come comportarsi per evitare il mal di orecchie nei bambini che viaggiano in aereo, leggete il nostro approfondimento Consigli di viaggio per voli lunghi con bambini.

Categoria: Info Viaggio | Tag: | 31 12 2013