Snorkeling in Sardegna: dall’Isola di Tavolara a Pula, ecco i migliori spot dove praticarlo

Grazie ai fondali rocciosi e alle acque cristalline, lo snorkeling in Sardegna è una delle attività più gradevoli che si possano fare per scoprire più da vicino tutte le meraviglie del suo splendido mare. Scopriamo, allora, quali sono i migliori punti consigliati in cui recarsi per praticare snorkeling in Sardegna.

Snorkeling in Sardegna: San Teodoro e l’isola di Tavolara

Una meta ideale per chi volesse fare snorkeling in Sardegna è l’area di San Teodoro e in particolare l’isola di Tavolara. I fondali pieni di scogli di questo tratto di costa  sono uno speciale habitat per la flora e la fauna del Mediterraneo. Proprio per la bellezza dei luoghi, la ricchezza delle specie presenti e il grande valore naturalistico e paesaggistico, nell’area di Tavolara è stata istituita un’Area marina protetta. Un’occasione imperdibile per gli amanti delle immersioni a pelo d’acqua con pinne, maschera e boccaglio. Quando lo sguardo non è più rivolto ai tesori delle profondità marine nei pressi dell’isola di Tavolara, l’occhio è ancora colpito dallo spettacolo di quella stessa natura che rende le immersioni e le escursioni di snorkeling in quest’area della Sardegna particolarmente gradevoli: la costa è sovrastata dalla presenza del gigantesco masso granitico che caratterizza l’isola, meta degli amanti d’arrampicata.

Snorkeling in Sardegna: Pula

Un’altra area perfetta per lo snorkeling si trova nel sud della Sardegna, in prossimità di Pula e Chia. A differenza dei fondali di Tavolara – dove è la natura a dominare – nei fondali di Pula è la storia ad essere la protagonista. Fare snorkeling a Pula significa, infatti, esplorare i fondali che conservano ancora i resti della cava romana sommersa dell’antica città di Nora. Alle meraviglie di questo tratto costiero – che offre un ambiente naturale ricco e complesso – si aggiunge dunque una incredibile esperienza su fondali ricchi di frammenti di anfore e altri reperti archeologici, relitti sommersi e altre testimonianze della storia antica di quest’isola.

Gli altri spot per lo snorkeling in Sardegna

Pula e Tavolara sono gli spot che Meridiana vi consiglia per praticare snorkeling in Sardegna, ma non sono gli unici. Sull’isola esistono infatti tantissimi altri punti dove contemplare tutta la bellezza del suo mare incontaminato. Dalle più celebri località di Budoni e Cala Goloritzè, alle perle nascoste come Cala Sarraina e lo Scoglio del Catalano nel Sinis o, ancora, dall’Asinara a Capo Caccia all’arcipelago della Maddalena, non vi resta che prenotare uno dei voli in offerta per la Sardegna e trovare il vostro fondale preferito dove fare snorkeling.

Fonte immagine: flickr.com/photos/hapgood/

Categoria: Uncategorized | Tag: | 23 01 2018